Profile picture of davide puzzo
Profile picture of Shane Cameron
Profile picture of Keith Kellett
Profile picture of Maria
Profile picture of Kiss From The World
Profile picture of Pandorasdiary
Profile picture of Dharmendra Chahar
Profile picture of Tracy A. Burns
Profile picture of Aditi Roy
Profile picture of Maite González
Profile picture of Sara
Profile picture of Anirban Chatterjee
Profile picture of Tara
Profile picture of Meg Stivison
Profile picture of sakrecubes Cubes
Profile picture of Catherine McGee
Profile picture of Bindu Gopal Rao
Profile picture of Iolanda Schena
Profile picture of Rashmi Gopal Rao
Profile picture of Michelle
Profile picture of Paula
toysrus

My favs in New York!

Dopo un viaggio negli Stati Uniti, ho deciso di condividere questo post sulla città di New York. Non parlo delle attrazioni principali ma stilo una classifica dei luoghi che ho preferito, e alcuni sono fuori dagli ititnerari classici…ma consigliatissimi!

Toys R Us di Times Square

Sembra un semplice negozio di giocattoli della catena, ma al suo interno ha un dinosauro che muove la testa, una statua della libertà interamente fatta di Lego, una stanza di dolci Wonka, Minion più grandi di me e addirittura una ruota panoramica!!! Se siete un pò bambini come me è un posto meraviglioso.

Rimanendo in tema negozi, molto particolari sono anche quello degli M&m’s sempre a Times Square e quello dei Lego a Rockefeller Place…nel primo ci sono pareti piene di M&m’s di ogni colore e gusto, nel secondo idem ma si tratta di Lego di ogni colore, forma e dimensione

Staten Island

Motivo numero 1 per andarci: il ferry è gratis.

Motivo numero 2: passerete accanto alla Statua della Libertà e sarete scortati da motoscafi da cui guardie armate di mitra vi saluteranno amorevolmente

Motivo numero 3: ancora una volta lo skyline, che dall’isola è spettacolare… anche avvolto dalla nebbia!

Harlem

Sembra impossibile ma c’è un posto a New York ancora più caotico di Manhattan. Chiassoso, rumoroso, poco curato e pieno di gente indaffarata e che mi faceva sentire decisamente pallida. Suv con musica hip-hop a palla, tranci di pizza a un dollaro, negozi di meravigliosi vestiti oversize e colorati, motociclisti che fanno commenti sulle ragazze che passano ( e vengono puntualmente insultati): un affascinante casino.

Queens

Il Queens è un quartiere che spesso rimane fuori dagli itinerari essendo residenziale. Ma ho scoperto che oltre a essere caratteristico proprio per questo motivo (fa un pò “vera America”, senza grattacieli altissimi), ha un’altra particolarità. Infatti, ci si può addentrare nel quartiere con la linea 7 sopraelevata della metropolitana ed immergersi in un mondo diverso ad ogni fermata. Le casette basse e rossicce sono sempre le stesse, ma le insegne di negozi e ristoranti sono ogni volta in una lingua diversa! Ci sono il quartiere greco, latino, nordafricano, brasiliano, e chi più ne ha più ne metta! Ideale per chi ogni sera vuole cenare in un posto diverso del mondo, spendendo molto meno e mangiando di più rispetto a Manhattan!

Subway

Si, sto parlando proprio della metropolitana newyorchese, che ha un non so che di decadente con la sue stazioni. Tutte diverse tra loro ma tutte sporche, affollate e caldissime. Affascinanti.

The New York Public Library & Bryant Park

La biblioteca è veramente immensa e maestosa, anche se l’enorme sala principale è in fase di ristrutturazione e non vi si può accedere.

Bryant Park è uno dei parchi più piccoli di Manhattan ma devo ammettere che mangiare un hot dog a Central Park (tipica turista, eh?) non è nulla in confronto a sedersi a un tavolino di Bryant Park mentre il sole cala, isolandosi dal resto della città…oppure farci colazione la mattina dopo, aspettando che apra la biblioteca!


STATE


Profile photo of Lisa Egman

"To travel is worth any cost or sacrifice"



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Skip to toolbar